Si comunica ai dipendenti che intendono fruire di periodi di aspettativa non retribuita per esigenze personali o di famiglia, che la richiesta deve essere presentata sempre con congruo anticipo rispetto alla data di inizio dell’aspettativa, salvo il caso di situazioni particolari o di urgenza, in modo da consentire all’Azienda di procedere alle necessarie valutazioni e di predisporre gli eventuali interventi organizzativi necessari per rimediare alle ricadute della prevista assenza del dipendente interessato.

Qualora l’assenza del lavoratore non sia compatibile con le esigenze organizzative o di servizio dell’ufficio di appartenenza dello stesso, sulla base dell’autonoma valutazione fatta dal datore di lavoro di tutti gli interessi concretamente coinvolti nel caso specifico, la fruizione, totale o parziale, dell’aspettativa verrà legittimamente rifiutata.

Chieti, 05/02/2018

IL DIRETTORE DELL’AZIENDA

(Dott. Angelo Romano)

Condividi o stampa questi contenuti:Share on FacebookShare on Google+Print this page